Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per offrirti un'esperienza di navigazione migliore.

Continuando la navigazione si considera accettato tale uso in accordo con la nostra cookie policy. Per saperne di piu'

Accetto
 
                 
   
 
  Eventi

100 anni di Vico Magistretti a New York
27.02/31.03.2020 - Istituto Italiano di Cultura di New York

La Fondazione Vico Magistretti e l'Istituto Italiano di Cultura di New York presentano la terza tappa della mostra itinerante che celebra, attraverso disegni, fotografie, video e oggetti, i cento anni dalla nascita di Vico Magistretti.

La mostra ripercorre i sessant’anni di carriera di Magistretti: dai progetti più noti a quelli meno conosciuti, dalle architetture milanesi e non ai prodotti entrati in migliaia e migliaia di case nel mondo. La mostra è composta dalle due anime, indissolubilmente legate tra loro, di Magistretti e del suo lavoro: da una parte l’architettura con i disegni, le fotografie, le relazioni di progetto di case e palazzi, dall’altra il design con gli schizzi e i cataloghi di prodotti divenuti icone dell’Italian Design.

Da una parte c’è il racconto di un’architettura fortemente ancorata al tessuto urbano e al territorio - inteso anche come contesto storico e culturale - che ha raggiunto livelli di eccellenza non solo nella definizione della forma e dello spazio ma soprattutto per aver dimostrato un’attenzione particolare nei confronti dei materiali, dei dettagli costruttivi e quindi in ultima analisi per gli aspetti tecnico-costruttivi dell’architettura. 
Dall’altra parte la sezione dedicata al design coglie il risultato di storici sodalizi professionali stretti da Vico Magistretti con alcune delle più importanti aziende italiane, e non solo, di design (tra queste Artemide, Cassina, De Padova, Flou, Oluce, Schiffini, che sono anche partner della Fondazione) lungo un arco di oltre cinquant’anni, durante i quali ha disegnato alcuni tra i prodotti più significativi della produzione del mobile di serie: sedie, lampade, tavoli, letti, cucine, armadi, librerie, oggetti ripensati nell’uso e nelle forme, attraverso quell’elegante gioco di ridisegno tipologico che è sempre stata la sua firma. 

Mostra a cura di Rosanna Pavoni e Margherita Pellino con Maria Vittoria Capitanucci

Grafiche di Bunker
Allestimento di Matteo Milani e Francesca Cigola

In collaborazione con Artemide, Cassina, De Padova, Flou, Oluce e Schiffini 

FaLang translation system by Faboba